Un oggetto inconsueto, nato dal sodalizio di Attilio Pagani, fondatore dell’azienda Vortice specializzata sin dal dopoguerra in aspiratori per cappe, aeratori, ventilatori e piccoli elettrodomestici, con il designer Francesco Trabucco. Espressione di un’estetica che rimanda al mondo del lavoro e ai fusti metallici per liquidi, come questi il Bidone è realizzato in lamierino di colore verde. Frutto di un’operazione di assemblaggio di componenti industriali esistenti, si propone come uno strumento robusto che aspira non solo la polvere domestica, ma anche residui di maggiore dimensione all’esterno. L’uso della tecnica stencil per il nome e le diciture informative diventa elemento di connotazione grafica e richiama la natura funzionale dell’apparecchio, evocando le scritte impresse su strutture industriali o militari. Il lancio sul mercato è accompagnato da campagne pubblicitarie che giocano con il linguaggio dell’illustrazione dei settimanali popolari per sottolineare le funzioni speciali di un elettrodomestico fuori dagli schemi.

 

Rassegna prodotto tratto da “Domus” n.557 del 1976; inserzione pubblicitaria tratta da “Abitare” n.141 del 1975; campagna pubblicitaria dell’agenzia STZ con le illustrazioni di Roberto Molino.
Testo: Raimonda Riccini, Storie. Il design italiano, Electa, 2018
© 2019 Fondazione La Triennale di Milano

Bidone Aspiratutto - Francesco Trabucco per Alfatec

€ 900,00Prezzo